Il Prefetto

Il Prefetto

Rappresentante del Papa in quattro continenti, poi suo stretto collaboratore come sostituto dal 2011 al 2018 e quindi come Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi: è questo in sintesi l’itinerario biografico di Angelo Becciu, nato a Pattada (Sassari) da Antonio e Antonia Curzu il 2 giugno 1948. Primogenito di cinque fratelli, dopo il percorso liceale, ha studiato filosofia e teologia nella Facoltà teologica di Cuglieri, retta dai gesuiti, trascorrendo l’ultimo anno formativo nel seminario e nella Facoltà di Cagliari.

Ordinato sacerdote nella chiesa parrocchiale di Santa Sabina a Pattada dal vescovo Francesco Cogoni il 27 agosto 1972, ha svolto per sette anni il ministero pastorale nella sua diocesi di Ozieri. Inviato poi a Roma, ha frequentato la Pontificia accademia ecclesiastica e conseguito la laurea in diritto canonico presso la Pontificia università San Tommaso d’Aquino (Angelicum).

È entrato nel servizio diplomatico della Santa Sede il 1° maggio 1984, e per oltre sedici anni ha prestato la propria opera in sette rappresentanze pontificie di quattro continenti (successivamente, in Repubblica Centroafricana, Sudan, Nuova Zelanda, Liberia, Gran Bretagna, Francia, Stati Uniti d’America).

Il 15 ottobre 2001 Giovanni Paolo II lo ha nominato nunzio apostolico in Angola e arcivescovo titolare di Roselle, antica diocesi dell’Etruria, e un mese più tardi, il 15 novembre, gli ha affidato anche la rappresentanza pontificia in São Tomé e Principe. Il 1° dicembre dello stesso anno a Pattada è stato ordinato vescovo dal segretario di Stato, il cardinale Angelo Sodano. La sua lunga missione in Angola, durante la quale ha tra l’altro visitato le diocesi del grande paese africano, è culminata con la visita a Luanda, dal 20 al 23 marzo 2009, di Benedetto XVI, ospitato nella nunziatura apostolica.

Quattro mesi più tardi, il 23 luglio 2009, il Pontefice lo ha nominato nunzio apostolico in Cuba, dove ha promosso lo sviluppo dei rapporti della Santa Sede con le autorità civili, sostenendo l’azione dell’episcopato e l’impegno dei cattolici.

Il 10 maggio 2011 Benedetto XVI lo ha chiamato in Segreteria di Stato come sostituto per gli affari generali, nominandolo anche, il 15 giugno successivo, consultore della Congregazione per la dottrina della fede. Al servizio diretto di due Papi, ha accompagnato Benedetto XVI nei suoi ultimi viaggi internazionali (Croazia, Spagna, Germania, Benin, Messico e Cuba, Libano). Dopo la rinuncia di Benedetto XVI al pontificato, durante la sede vacante, come sostituto ha assicurato la guida della Segreteria di Stato. Confermato nella carica il 31 agosto 2013 da Papa Francesco e rimasto nell’ufficio fino al 28 giugno 2018.

Per seguire la riforma del Sovrano Militare Ordine di Malta, il 2 febbraio 2017 il Pontefice lo ha nominato suo Delegato Speciale presso l’Ordine.

Da Papa Francesco creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 28 giugno 2018, della Diaconia di San Lino.

Dopo l’annuncio della sua nomina cardinalizia, il 26 maggio il Papa lo ha scelto comePrefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Tale nuovo incarico è iniziato a partire dal primo settembre 2018.

È Membro:

  • della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli.