Causa in corso

Giovanni Aguilar Donis e soci

(†1936)

Giovanni Aguilar Donis e 4 Compagni Frati Predicatori e Fruttuoso Pérez Marquez, laico del Terz'Ordine di San Domenico, martiri di Almeria, uccisi in odio alla fede durante la guerra civile spagnola; Di fronte alla crudeltà e alla violenza, seppero fissare il loro sguardo sul Signore Gesù e unirono il loro sangue a quello dell’Agnello immolato

  • Biografia
  • i martiri
Corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti, tenendo fisso lo sguardo su Gesù, colui che dà origine alla fede e la porta a compimento (Ebr 12, 1-2)

 

Gli orrori della persecuzione anticristiana, avvenuti prima e durante la guerra civile spagnola (1936-1939), furono perpetrati in odium fidei. In questo clima avvelenato, appare solidamente fondato l’atto materiale dell’uccisione violenta dei sei Servi di Dio, di cui cinque appartenenti all’Ordine dei Frati Predicatori della comunità di Almería, ed un fedele laico appartenente al Terz’Ordine Domenicano. Essi furono ingiustamente e arbitrariamente identificati come “nemici del popolo” e passati per le armi. La loro eliminazione fisica era stata preceduta da profanazioni e atti di vilipendio che avevano lo scopo di creare un clima intimidatorio e di autentico terrore nella popolazione.  

L’unica ragione della loro condanna a morte, avvenuta senza alcun processo, fu il loro status di cristiani e di consacrati. Profonda fu la loro serenità di fronte al martirio, che accolsero nella fede come un dono del Signore. 

Essi, trucidati nel 1936, sono:

1. Il Servo di Dio Juan Aguilar Donis. Nato il 1o giugno 1886 ad Amusco de Campos, emise la professione religiosa semplice il 12 ottobre 1902 e quella solenne il 1° aprile 1906. Ordinato sacerdote, fu destinato prima al convento domenicano di Jerez de la Frontera e poi a quello di Almeria per insegnare materie umanistiche. Fu ucciso nella notte tra il 2 e il 3 settembre a Pozos de Tabernas.

2. Il Servo di Dio Tomás Morales Morales. Nato a Carizal de Ingenio, nelle Isole Canarie, il 12 luglio 1907, emise la professione temporanea nel 1924 e quella solenne il 12 luglio 1928. Ordinato sacerdote il 29 marzo 1931, venne ucciso nella notte tra il 30 al 31 agosto a Pozos de Tabernas.

3. Il Servo di Dio Fernando Grund Jiménez. Nato a Malaga il 14 febbraio 1907, emise la professione temporanea nel 1926 e quella solenne il 5 ottobre 1929. Venne ordinato sacerdote nel 1931. Fu ucciso nella notte tra il 30 e il 31 agosto a Pozos de Tabernas.

4. Il Servo di Dio Fernando de Pablos Fernández. Nato il 7 aprile 1876 a Valcuende, entrò nell’Ordine dei Frati Predicatori come fratello laico. Emise la professione temporanea nel 1904 e quella solenne il 15 dicembre 1908. Fu fucilato nella notte tra il 10 e l’11 settembre presso Almería.

5. Il Servo di Dio Luis María Fernández Martínez. Nato il 26 agosto 1886 a Villanueva de la Nía, emise la professione temporanea il 27 dicembre 1908. Fu ucciso il 19 ottobre presso Almería.

6. Il Servo di Dio Fructuoso Pérez Márquez. Nato il 9 febbraio 1884 ad Almería, si sposò nel 1891 ed ebbe quattro figli. Appartenente al Terz’Odine Domenico, era di professione giornalista. Fu ucciso il 15 agosto sulla spiaggia detta La Garrofa, presso Almería.