Venerabili Dicembre

  • Venerabile 21-12-2020

    Rosario Angelo Livatino

    Rosario Angelo Livatino

    Fedele laico, il "giudice ragazzino", consapevole dei rischi che correva, malgrado le intimidazioni, continuò a compiere il proprio dovere con rettitudine. Giunse ad accettare la possibilità del martirio attraverso un percorso di maturazione nella fede

    Vasco de Quiroga

    Vasco de Quiroga

    Vescovo di Michoacán, la sua fede fu viva e incarnata, forte e coraggiosa, in uno stile di vita orientato alla gloria di Dio, mirando unicamente al bene dei bisognosi

    Bernardino Piccinelli

    Bernardino Piccinelli

    Dell’Ordine dei Servi di Maria, Vescovo titolare di Gaudiaba ed Ausiliare di Ancona, durante gli anni di ministero episcopale, si contraddistinse per la fervida e generosa attività pastorale verso gli umili e i poveri, i malati e le persone in difficoltà

    Antonio Vincenzo González Suárez

    Antonio Vincenzo González Suárez

    Sacerdote diocesano,  fu impegnato nel servizio dei più bisognosi e abbandonati, disposto ad accorrere dove vi fossero necessità spirituali e materiali, anche a costo di offrire la propria vita durante l’epidemia di colera

    Antonio Seghezzi

    Antonio Seghezzi

    Sacerdote diocesano, visse eroicamente la virtù della speranza soprattutto nell’esperienza di prigionia, in particolare attraverso il canto nella cella e l’incoraggiamento ai compagni di detenzione

    Bernardo Antonini

    Bernardo Antonini

    Sacerdote diocesano, fu un uomo estroverso, coraggioso, pieno di vitalità e generoso. Aiutava chiunque gli chiedeva, anche a costo di passare per ingenuo, piuttosto che trascurare un bisognoso

    Ignazio Stuchlý

    Ignazio Stuchlý

    Sacerdote professo della Società di San Francesco di Sales,  le fatiche e le difficoltà diventavano per lui il tramite per vivere una profonda esperienza di Dio, raffinare lo sguardo soprannaturale e crescere nella gratitudine

    Rosa Staltari

    Rosa Staltari

    Religiosa professa della Congregazione delle Figlie di Maria Santissima Corredentrice, nonostante le sofferenze che caratterizzarono la sua infanzia, la speranza eroica la rese capace di rifuggire da atteggiamenti pessimistici e di mantenersi attiva, intraprendente e serena