522 Martiri Spagnoli

522 Martiri Spagnoli

(†1936-1937)

Beatificazione:

- 13 ottobre 2013

- Papa  Francesco

Ricorrenza:

- Senza data (Celebrazioni singole)

Pastori, persone consacrate e fedeli laici, martiri, uccisi per la loro fede durante la guerra civile spagnola degli anni Trenta del Novecento

  • Biografia
  • i martiri
  • Angelus
"Lodiamo il Signore per questi suoi coraggiosi testimoni, e per loro intercessione supplichiamolo di liberare il mondo da ogni violenza" (Papa Francesco)

 

I Venerabili Servi di Dio José María Ruiz Cano, Jesús Aníbal Gómez Gómez, Tomás Cordero Cordero e i Compagni della Congregazione dei Figli del Cuore Immacolato di Maria, hanno dato testimonianza della loro fede in Cristo spargendo il loro sangue, così che oggi splendono nella Chiesa con la corona del martirio.

José María Ruiz Cano, nato il 3 settembre 1906 a Jerez de los Caballeros, l’unico sacerdote del gruppo, fu martirizzato a Sigüenza (Guadalajara) il 28 luglio 1936. Il suo atteggiamento di fronte al martirio fu un esempio della sua disponibilità a fare della propria vita un’oblazione alla volontà di Dio. Per l’intercessione del Cuore di Maria, il Padre José María, si offrì a Dio come vittima, chiedendo che nessuno facesse alcun male ai seminaristi affidati alla sua cura formativa.

I Venerabili Servi di Dio, che hanno dato la loro vita nella stazione di Fernán Caballero (Ciudad Real), sono un gruppo di quattordici seminaristi, studenti di teologia, ed un religioso coadiutore. Due mesi più tardi, davanti alle porte del cimitero locale fu ucciso Fr. Felipe González de Heredia. La sua fede ferma e coraggiosa gli fece gridare audacemente “Viva Cristo Re! Viva il cuore di Maria!” mentre lo martirizzavano.

Tutti questi giovani, formarono un coro armonioso che a vivavoce lodò Cristo Re e il cuore di Maria, perdonando coloro che spegnevano violentemente la loro giovane vita. Seguirono Cristo sino all’oblazione, per amore di Dio e degli uomini. Alcuni di loro vollero morire con le braccia in croce a somiglianza del Maestro. La loro morte è una gloriosa testimonianza della fede in Cristo. 

Ecco i nomi dei Compagni del Venerabile Servo di Dio José María Ruiz Cano:

1.     Jesús Aníbal Gómez Gómez, C.M.F., Tarso (Departamento de Antioquia, Colombia), 13/06/1914 –  28/07/1936.

2.     Tomás Cordero Cordero, C.M.F., Robledino de la Valduerna (León), 08/06/1910 –  28/07/1936.

3.     Abelardo García Palacios, C.M.F., Villandiego (Burgos), 03/10/1913 –  28/07/1936.

4.     Ángel López Martínez, C.M.F., Mundilla de Valdelucio (Burgos), 02/10/1912 –  28/07/1936.

5.     Ángel Pérez Murillo, C.M.F., Montánchez (Cáceres), 06/06/1915 –  28/07/1936.

6.     Antonio Lasa Vidaurreta, C.M.F., Loizu (Navarra), 28/06/1913 –  28/07/1936.

7.     Antonio Orrego Fuentes, C.M.F., Oliva de la Frontera (Badajoz), 15/01/1915 –  28/07/1936.

8.     Cándido Catalán Lasala, C.M.F., Corella (Navarra), 16/02/1916 –  28/07/1936.

9.     Claudio López Martínez, C.M.F., Mundilla de Valdelucio (Burgos), 18/12/1910 –  28/07/1936.

10. Gabriel Barriopedro Tejedor, C.M.F., Barahona (Soria), 18/03/1915 –  28/07/1936.

11. Melecio Pardo Llorente, C.M.F., Bustillo de Chaves (Valladolid), 03/08/1913 –  28/07/1936.

12. Otilio del Amo Palomino, C.M.F., Bustillo de Chaves (Valladolid), 02/04/1913 –  28/07/1936.

13. Primitivo Berrocoso Maíllo, C.M.F., Jerte (Cáceres), 19/02/1913 –  28/07/1936.

14. Vicente Robles Gómez, C.M.F., Villanueva del Conde (Salamanca), 25/04/1914 –  28/07/1936.

15. Felipe González de Heredia Barahona, C.M.F., San Asensio (La Rioja), 24/05/1889 –  02/10/1936.

 

La Serva di Dio Victoria Valverde González (1888-1937), religiosa del Pio Istituto Calasanziano Figlie della Divina Pastora, la cui Positio super martirio fu consegnata alla Santa Sede in data 28 gennaio del 2000, è stata dichiarata Martire dal Papa Benedetto XVI il 28 giugno 2012 e beatificata sotto il pontificato di Papa Francesco il 13 ottore 2013.

PAPA FRANCESCO

ANGELUS

Piazza San Pietro
Domenica, 13 ottobre 2013

 

Cari fratelli e sorelle,

oggi, a Tarragona, in Spagna, vengono proclamati Beati circa cinquecento martiri, uccisi per la loro fede durante la guerra civile spagnola degli anni Trenta del secolo scorso. Lodiamo il Signore per questi suoi coraggiosi testimoni, e per loro intercessione supplichiamolo di liberare il mondo da ogni violenza.

Ringrazio tutti voi che siete venuti numerosi da Roma, dall’Italia e da tante parti del mondo per questa festa della fede dedicata a Maria nostra Madre.

Saludo con afecto al grupo de panameños que se encuentran hoy en Roma y los confío a la protección de Nuestra Señora de la Antigua, celestial patrona de esa querida nación.

Saluto i bambini dell’Orchestra Internazionale per la Pace “Piccole Impronte”, e l’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro.

Saluto i giovani di Roma che nei giorni scorsi si sono impegnati nella missione “Gesù al centro”: siate sempre missionari del Vangelo, ogni giorno e in ogni luogo! E volentieri rivolgo un saluto anche ai detenuti del carcere di Castrovillari.

Ed ora preghiamo insieme l’AngelusAngelus Domini

Vi auguro buona domenica, buon pranzo. E arrivederci!