Causa in corso
Francesco Costantino Mazzieri
- Venerabile Servo di Dio -

Francesco Costantino Mazzieri

(1889 - 1983)

Venerabilità:

- 09 aprile 2022

- Papa  Francesco

Dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali, Vescovo di Ndola;  fu un esemplare francescano missionario. Dedito alla preghiera, umile, mite, di intensa carità, era amato dalla gente. La sua bontà lo portava a vedere il bene

  • Biografia
Per l’amore mostrato per le popolazioni africane, venne insignito di varie onorificenze dalle Autorità civili dello Zambia

 

    Il Venerabile Servo di Dio Francesco Costantino Mazzieri nacque il 25 marzo 1889 ad Abbadia di Osimo (Italia).

    Dopo aver terminato gli studi scolastici, nel 1904 entrò nel Convento di San Francesco dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali a Montalto (Ascoli Piceno) e il 23 aprile 1905 emise la professione temporanea e quella solenne il 15 agosto 1909.

    Ordinato sacerdote il 10 agosto 1912, l’anno seguente consegue il dottorato in Sacra Teologia presso la Facoltà di San Bonaventura a Roma.

    Negli anni successivi visse il ministero sacerdotale come Rettore del Seminario minore della Provincia Francescana delle Marche a San Marino, Guardiano di diversi Conventi, Segretario della Provincia e Parroco a Fermo.

    Sentendosi chiamato a partire in missione, nel 1930 fu inviato, insieme a sei confratelli, nell’attuale Zambia, nel distretto di Ndola (allora Nord Rhodesia), che era una colonia britannica e apparteneva al territorio di azione assegnato da Propaganda Fide ai Frati Minori Conventuali, in una terra dove ancora era totalmente assente la presenza della Chiesa cattolica.

    Si dedicò ad una graduale ed intensa evangelizzazione di questo territorio, per far nascere e crescere la Chiesa in questa zona in condizioni difficili ed impervie.

    Ndola fu creata Prefettura apostolica l’8 gennaio 1938, poi Vicariato apostolico il 13 gennaio 1949 e il 17 maggio 1959, Diocesi.

    Con il progresso della Chiesa missionaria e con la sua costituzione gerarchica il Venerabile Servo di Dio venne nominato Prefetto apostolico, poi, Vicario apostolico e fu consacrato Vescovo il 13 febbraio 1949.

    Visse circa 36 anni di assidua e intensa attività missionaria, di cui 17 anni di proficuo ministero episcopale, durante il quale partecipò anche al Concilio Vaticano II, donando un contributo sulla base della sua esperienza missionaria africana. Compiuti i 75 anni di età, nel 1964 rassegnò le dimissioni da Vescovo di Ndola, che furono accettate il 25 febbraio 1966.

    Per il grande amore alla missione, scelse di risiedere nella zona rurale di Santa Teresa (Ibenga-Zambia), vivendo come frate con i suoi confratelli e continuando la sua attività pastorale.

    Morì il 19 agosto 1983, all’età di 94 anni, a Ibenga (Zambia).

    Il Venerabile Servo di Dio fu un esemplare francescano missionario. Dedito alla preghiera, umile, mite, di intensa carità, era amato dalla gente. La sua bontà lo portava a vedere il bene. Si dedicò agli ammalati e ai sofferenti, prodigandosi in modo eroico per i lebbrosi. Fu vicino ai sacerdoti e aiutava anche quelli che avevano abbandonato il ministero. Operò in un ambiente in cui persistevano forme di colonialismo, mantenendosi lontano da qualsiasi genere di discriminazione.

    Negli ultimi anni, per l’amore mostrato per le popolazioni africane, venne insignito di varie onorificenze dalle Autorità civili dello Zambia. Fu circondato da fama di santità, che rimase costante anche dopo la morte.