Carlo Acutis

Carlo Acutis

(1991-2006)

Beatificazione:

- 10 ottobre 2020

- Papa  Francesco

Ricorrenza:

- 12 ottobre

Laico, fu molto legato alla devozione alla Vergine e all'Eucaristia, realizzando anche progetti informatici sui temi della fede, forte la sua esperienza di volontariato con i clochard e nelle mense dei poveri; Colto da una leucemia fulminante morì a soli 15 anni, il 12 ottobre del 2006

  • Biografia
  • il miracolo
"Offro tutte le sofferenze che dovrò patire, al Signore, per il Papa e per la Chiesa, per non fare il Purgatorio e andare dritto in Paradiso"

 

Carlo Acutis nacque il 3 maggio del 1991 a Londra e il successivo 18 maggio ricevette il battesimo. Nel settembre dello stesso anno si trasferì con la famiglia a Milano.

Ricevette un’ottima educazione nel contesto familiare e frequentò la scuola elementare presso alcuni istituti religiosi, manifestando fin dalla prima infanzia un temperamento sereno e affabile e un carattere aperto e gioviale.

Frequentò assiduamente la parrocchia e nel 1998 ricevette la Prima Comunione, mentre nel 2003 gli venne amministrato il sacramento della confermazione. Nutrì la sua intensa vita interiore con l’Eucaristia e la devozione a Maria. Svolse il servizio di catechista, senza tralasciare gli studi, acquisendo tra l’altro una rara competenza in ambito informatico, tanto da realizzare importanti progetti informatici a servizio dell’evangelizzazione.

Svolse opera di volontariato con i clochard e nelle mense dei poveri. Nei primi giorni di ottobre 2006 fu colpito da una grave forma di leucemia. Conservò la sua serenità e giovialità fino alla fine, anche nei momenti più critici del male, ormai certo del prossimo incontro con Dio, edificando con il suo comportamento e con le sue parole chi gli era accanto. Morì il 12 ottobre 2006 a Monza, presso Milano.

Nel 2018 il Sommo Pontefice Francesco ne riconobbe l’eroicità delle virtù. 

In vista della sua beatificazione, la Postulazione ha presentato alla Congregazione delle Cause dei santi la presunta guarigione miracolosa di un bambino.

L’evento accadde il 12 ottobre 2013 a Campo Grande, in Brasile. Il piccolo, sin dalla nascita, avvenuta nel 2010, soffriva di importanti disturbi all’apparato digerente. Nel 2012 un esame clinico evidenziò una rara anomalia anatomica congenita del pancreas. A causa di questa patologia, la vita del bambino era caratterizzata da scarsa crescita e difficoltà nell’alimentazione. Più volte fu ricoverato per disidratazione e per processi infiammatori. Solo un intervento chirurgico avrebbe potuto eliminare il problema.

L’intervento però non fu mai effettuato, poiché nel 2013, dopo che il piccolo infermo ebbe toccato una reliquia del Venerabile Carlo Acutis, si registrò un sorprendente viraggio e la ripresa della normale crescita staturo-ponderale. Esami clinici, eseguiti negli anni successivi, rilevarono che il pancreas non presentava più il problema anatomico iniziale, senza che fosse stato praticato alcun intervento chirurgico, come sarebbe stato necessario per eliminare i disturbi funzionali. L’iniziativa dell’invocazione era stata presa dal parroco di S. Sebastiano in Campo Grande e dai genitori del bambino. In occasione dell’anniversario della morte del Venerabile Servo di Dio, il parroco aveva organizzato la celebrazione di una Messa. Intanto, la mamma dell’infermo aveva iniziato una novena per chiedere la guarigione del figlio. Oltre ai familiari, molti conoscenti e parrocchiani si unirono alle invocazioni rivolte al Venerabile. La preghiera fu antecedente, corale, univoca, fatta in un contesto di fede che ha visto coinvolta un’intera comunità parrocchiale. La guarigione del bambino avvenne durante la Santa Messa, subito dopo il bacio della reliquia.

Appare evidente la concomitanza cronologica e il nesso tra l’invocazione al Ven. Servo di Dio e la guarigione del fanciullo, che in seguito ha goduto di buona salute ed è stato in grado di gestire una normale vita relazionale.

Sulla guarigione, ritenuta miracolosa, presso la Curia di Campo Grande in Brasile dal 24 aprile al 12 giugno 2018 fu istruita l’Inchiesta Diocesana, la cui validità giuridica è stata riconosciuta da questa Congregazione con decreto del 15 marzo 2019. La Consulta Medica del Dicastero nella seduta del 14 novembre 2019 ha riconosciuto che la guarigione fu rapida, completa e duratura, inspiegabile alla luce delle attuali conoscenze mediche. Il 17 dicembre 2019 si è tenuto il Congresso Peculiare dei Consultori Teologi. Il 4 febbraio 2020 ha avuto luogo la Sessione Ordinaria dei Padri Cardinali e Vescovi, presieduta dal Card. Angelo Becciu.